Articoli taggati come ‘Israele’

Ss. Corpo e Sangue di Cristo

corpus-domini
5 giugno 2015

Il racconto della prima lettura, si colloca nel cammino dell’Esodo di Israele verso la Terra promessa. Qui si sigilla con un rito sacrificale d’olocausto il patto che il Signore e Israele hanno stipulato nella solitudine aspra del Sinai. Dio e l’uomo hanno definito il mutuo desiderio di comunione, di vicinanza e di collaborazione che li anima: Dio offre il dono della libertà e della sua presenza, l’uomo risponde col suo impegno etico, attraverso il Decalogo. L’altare è il simbolo di Dio; davanti ad esso è raccolto Israele (e la Chiesa) e su entrambi è versato il sangue del sacrificio, segno […]

Continua

Gesù e la donna cananea

Gesù e la donna cananea
15 agosto 2014

Lo straniero ci inquieta, ci scomoda, ci preoccupa, ci inquieta. Ogni straniero. Ha abitudini diverse dalla nostra, parla una lingua incomprensibile, non conosciamo la sua cultura, le sue abitudini. Certo: il concetto di “straniero”, oggi, è decisamente cambiato. Dalle mie parti, fino al dopoguerra, era straniero uno che veniva dalla vallata vicina. Poi lo divenne chi proveniva da una regione italiana. Poi da un paese europeo confinante. Ieri al supermercato ho incontrato un mio ex-alunno, un bravissimo ragazzo appassionato di agricoltura e di montagna, che mi ha presentato sua moglie, una brasiliana conosciuta in un progetto internazionale. Davanti allo straniero […]

Continua

Come fare per non perdere la fede

Faith
16 ottobre 2013

Mani in alto! Tranquilli, non è una minaccia: sono le braccia di Mosè che finché tiene le mani alzate, Israele vince, ma quando le abbassa, Israele perde. Mosè deve dunque sempre tenere le mani in alto; ma si stanca e così vengono in suo soccorso Aronne e Cur, uno da una parte, l’altro dall’altra, a sostenergli le braccia che restano alzate fino al tramonto, finché Giosuè non ha vinto gli Amaleciti. Cosa significano queste mani alzate? Significano la potenza della preghiera di intercessione, così grande da determinare la vittoria di Giosuè sugli Amaleciti. Questione di vita o di morte. Anche […]

Continua

Solo con la fede possiamo osare

image fede
2 ottobre 2013

1 lettura Abacuc è sconfortato, come non capirlo? Il piccolo e ostinato popolo di Israele deve continuamente lottare per sopravvivere in mezzo ai giganti: gli egiziani e gli assiri prima, i babilonesi poi… tutta la storia è un susseguirsi di invasioni e colpi di stato, di tragedie e di ingiustizie. Ora ai confini di Israele premono i Caldei. Il re d’Israele, un idiota, pensa solo a farsi costruire un palazzo. Il profeta, esasperato, rivolge la propria preghiera a Dio: ha un bel difenderlo di fronte al popolo, ma come si fa a suscitare la fede in un popolo esasperato? Dio […]

Continua