Articoli taggati come ‘Guarigione’

La lebbra scomparve da lui ed egli fu purificato

Guarigion del lebbroso
13 febbraio 2015

Un lebbroso. Il più malato dei malati, di malattia non soltanto fisica, un rifiuto della società: «porterà vesti strappate, velato fino al labbro superiore… è impuro, se ne starà solo, abiterà fuori dell’accampamento» (Lv 13,46). E Gesù invece si avvicina, si oppone alla cultura dello scarto, accoglie e tocca il lebbroso, l’ultimo della fila. Tocca l’intoccabile. Ama l’inamabile: per la legge mosaica quell’uomo era castigato da Dio per i suoi peccati, un rifiutato dal cielo. Il lebbroso non ha nome né volto, perché è ogni uomo. A nome di ciascuno geme, dalla sua bocca velata, una espressione bellissima: «Se vuoi, […]

Continua

La guarigione del cieco

Guarigione del mendicante cieco
26 marzo 2014

Dopo la dichiarazione di Gesù «Io sono la luce del mondo, chi segue me non camminerà nelle tenebre ma avrà la luce della vita», che ha introdotto il tema del vedere, viene il segno, la guarigione di un cieco; alla fine di questo capitolo Giovanni concluderà con queste parole del Signore: «È per un giudizio che io sono venuto in questo mondo, perché coloro che non vedono, vedano e quelli che vedono, diventino ciechi». Luce e vedere sono sinonimi della fede e questo Vangelo dice le condizioni per arrivare alla fede in Gesù, che è la vera vita. La domanda dei […]

Continua

Non è facile accogliere con umiltà la lezione che ci viene dalla storia che stiamo vivendo

Gesù guarisce gli infermi
9 ottobre 2013

Come la storia iniziata (o finita) due giovedì fa a Lampedusa, destinata a ripetersi con altri numeri e con altre facce. È la storia dei lebbrosi che pur essendo in un villaggio, stanno a distanza, come prescrive la legge (Cfr Levitico, 13) che per difendere separa. L’immagine è chiara: abitiamo lo stesso mondo ma nella separazione… La lebbra è una brutta malattia da mille risvolti: sanitari, sociali, psicologici, religiosi, politici.  Oppure sono proprio quei risvolti che producono la lebbra? È  una società, la nostra che produce lebbra dai diversi nomi: emarginazione, povertà, miseria, fame, eresia, ideologia, razza, integralismo, guerra, emigrazione… […]

Continua