Articoli taggati come ‘Giovanni’

Vegliate! State attenti!

Vegliare
3 dicembre 2014

Ma cosa significa per noi oggi vegliare, stare attenti, esser pronti? Significa non dimenticare mai che la vita è un pellegrinaggio, non un fortunoso vagabondaggio, e neanche una più o meno piacevole gita turistica: quindi non dobbiamo mai illuderci di esser già arrivati e non possiamo mai dimenticarci della nostra meta. Perché il Signore viene! Significa attrezzarsi per il “santo viaggio” con un equipaggiamento leggero, “Giovanni era vestito di peli di cammello, con una cintura di pelle attorno ai fianchi, e mangiava cavallette e miele selvatico”, con la “bisaccia del pellegrino”, munita dell’essenziale: altrimenti non ci muoveremo di tappa in […]

Continua

Siamo tutti figli prediletti di Dio

Quadro: questi è il figlio mio prediletto, ascoltatelo!
9 gennaio 2014

Gesù si mette in fila con i peccatori, lui che era il puro di Dio, in fila, come l’ultimo di tutti. Ed entra nel mondo dal punto più basso, perché nessuno lo sen­ta lontano, nessuno si senta escluso.  Gesù tra i peccatori appare fuori posto, co­me se fosse saltato l’ordine normale delle co­se. Giovanni non capisce e si ritrae, ma Ge­sù gli risponde che proprio questo è l’ordi­ne giusto: «lascia fare… perché conviene che adempiamo ogni giustizia». La nuova giusti­zia consiste in questo ribaltamento che an­nulla la distanza tra il Puro e gli impuri, tra Dio e l’uomo. Ed ecco si aprirono i cieli e vide lo Spirito di Dio […]

Continua

Un Profeta dubbioso

san Giovanni battista
12 dicembre 2013

Giovanni è in carcere e sa che sta per essere giustiziato a causa della sorda rabbia di una stizzita e isterica femme fatale e dalla debolezza di un re-fantoccio. Giovanni ha vissuto tutta la sua urticante vita solo per preparare la strada al Messia, lo ha riconosciuto il Messia, nascosto tra la folla dei penitenti che giungevano a farsi battezzare, lo ha accolto, stupito e frastornato per l’atteggiamento nascosto e umile del Salvatore del mondo. Ma ora è perplesso, Giovanni, dubbioso. Le notizie che gli giungono dai suoi discepoli lo lasciano costernato: il Messia non sta seguendo le sue orme, non incita con veemenza la gente, ha assunto un profilo basso, […]

Continua

Guardare avanti per vivere in pienezza

Gesù giacomo giovanni
27 giugno 2013

«(…) Questi si incamminarono ed entrarono in un villaggio di Samaritani per preparargli l’ingresso. Ma essi non vollero riceverlo, perché era chiaramente in cammino verso Gerusalemme. Quando videro ciò, i discepoli Giacomo e Giovanni dissero: «Signore, vuoi che diciamo che scenda un fuoco dal cielo e li consumi?». Si voltò e li rimproverò. E si misero in cammino verso un altro villaggio. Mentre camminavano per la strada, un tale gli disse: «Ti seguirò dovunque tu vada». E Gesù gli rispose: «Le volpi hanno le loro tane e gli uccelli del cielo i loro nidi, ma il Figlio dell’uomo non ha […]

Continua